Mappe geo-storiche per insegnare la storia globale

 

Una nuova sezione di questo sito è dedicata alle mappe geo-storiche, uno strumento utile e interattivo per accompagnare gli studenti nello studio della Global history.

L’insegnamento della Global history trova nelle mappe geo-storiche un potente strumento di aiuto. Per questo motivo il manuale “Una storia globale dell’umanità”, di prossima uscita e distribuzione gratuita attraverso il progetto Get up and goals!, contiene una serie di mappe pensate appositamente per mettere in pratica tale approccio educativo.

Alcune di queste mappe sono fin da ora disponibili in downolad gratuito su questo sito, dal momento che possono essere utilizzate anche come strumenti didattici autonomi. Ciascuna mappa è infatti accompagnata da proposte di utilizzo sia in classe che a casa.

Tra i temi trattati da queste mappe citiamo il rapporto tra umani e natura (con particolare attenzione ai cambiamenti climatici); l’organizzazione sociale e le diseguaglianze (internazionali e di genere); i processi migratori.

Come usare le mappe nella didattica

Le mappe possono essere sia utilizzate come base per un lavoro collettivo guidato dall’insegnante attraverso la LIM, sia proposte agli studenti come lavoro da svolgersi individualmente o in gruppi, anche attraverso la didattica a distanza. 

Singolarmente o usate in serie, possono fungere da introduzione a unità di apprendimento o come momento di conclusione delle stesse o ancora come approfondimento di loro parti specifiche.

Visita la nuova sezione e scarica gratuitamente le mappe

 

Vol 2 - I REGNI E L’ESPANSIONE DEI VICHINGHI

Attraverso le mappe e le vicende storiche che mostrano la grande diffusione dei vichinghi, l’attività stimola la riflessione sulle interrelazioni culturali esistenti in Europa (e non solo) quasi mille anni fa. Più in generale l’attività sviluppa la capacità di cogliere l’interdipendenza tra eventi politici e culturali apparentemente distanti l’uno dall’altro.

Vol 3 - LE ZONE ACQUATICHE MORTE

Le mappe e le attività proposte favoriscono la presa di coscienza dei rischi di degrado ambientale e delle conseguenze che esso può avere tra la comunità umana, ponendo l’attenzione sulla necessità di modificare i nostri stili di vita attuali.

Vol 3 - MAPPA DEL MONDO DIVISO TRA DUE POTENZE

L’attività mira a rendere consapevoli sia del numero di paesi e di persone che vivono al di fuori del mondo “nord occidentale”, sia del ruolo di protagonismo assunto da questi paesi dopo la seconda guerra mondiale.
Allo stesso tempo l’attività vuole favorire lo sviluppo della capacità di decentramento, in questo caso da intendersi come la capacità di guardare i processi storici da un punto di vista diverso da quello “nord occidentale”.

Vol 3 - CONSUMO GLOBALE DI ENERGIE FOSSILI TRA IL 1800 E IL 2016, MISURATA IN TERAWATT PER ORA (ThW)

Le immagini mirano a creare consapevolezza sulle conseguenze ambientali della combustione continua di fonti energetiche accumulatesi in milioni di anni.
Allo stesso tempo l’attività vuole promuovere le capacità di cogliere le interconnessioni globali e di assumere comportamenti ambientalmente responsabili.

Vol 3 - CULTURA E SPAZIO URBANO: LA MAPPA A PUNTI RAZZIALE

Attraverso il caso studio di un grande paese del Sud del mondo (il Brasile), l’attività vuole: favorire la presa di coscienza della diversità bioculturale; sviluppare la capacità di analizzare una stessa questione su scale geografiche differenti (transcalarità); richiamare l’attenzione su diritti quali il rispetto, l’equità sociale, la giustizia e sulle dinamiche che ne favoriscono le violazioni.

Vol 3 - LA MIGRAZIONE TRANSOCEANICA EUROPEA TRA IL 1846 E IL 1932

L’attività aiuta a comprendere che i migranti di aree del mondo e di tempi differenti si sono mossi per motivazioni e aspettative simili, e sviluppa la capacità di guardare la stessa questione da una pluralità di punti di vista (decentramento).

Vol 3 - LA SCALA GLOBALE DI UNA PRODUZIONE DI MATERIE PRIME: IL CASO NUTELLA

L’attività mira ad accrescere la consapevolezza dell’impatto ambientale, sociale ed economico di modalità produttive basate su iniquità, filiera lunga, minimizzazione dei costi e delocalizzazione. In questo modo pone l’accento sulle responsabilità connesse alle scelte di acquisto di ciascuno tra noi.

Vol 3 - MAPPA DEGLI STATI DELL’ONU PER DATA DI AMMISSIONE

Mostrando l’aumento del numero di stati dal 1945 in poi, l’attività promuove consapevolezza sull’importanza del passato nel disegnare il mondo di oggi e sviluppa la capacità di riflettere sulle discontinuità come elemento centrale del processo storico.

Vol 3 - LA PROIEZIONE DI PETERS

Ogni rappresentazione del mondo può veicolare un messaggio di equità e/o iniquità, di gerarchia e/o pariteticità tra le comunità umane.
Il confronto tra due diversi planisferi sviluppa la capacità di decentrarsi, ossia di guardare lo stesso fenomeno anche da punti di vista inusuali.

Vol 3 - NUMERO DI PAESI CON UN SISTEMA PARLAMENTARE DEMOCRATICO

Mostrando l’andamento altalenante del numero di democrazie durante il ‘900, l’attività promuove consapevolezza sull’importanza del passato nel disegnare il mondo di oggi e sviluppa la capacità di riflettere sulle discontinuità come elemento centrale del processo storico.